PROTOCOLLO INTERNO ALLA STRUTTURA ADDESTRATIVA, PER LA PREVENZIONE DEL CONTAGIO DEL COVID-19

postato in: Articoli | 0
  • L’attività viene svolta come previsto dall’art.1 del DPGR n.146 del 5 Maggio 2020;
  • Fino a nuove indicazioni le attività si svolgono nell’area di lavoro in forma individuale, secondo lo schema: istruttore + cliente con cane;
  • Il cliente dichiara, sotto la propria responsabilità, di non essere sottoposto alla misura di quarantena e di non avere sintomi febbrili con temperatura superiore ai 37.5°C;
  • Il cliente, non appena arrivato all’area parcheggio della struttura, rimarrà in auto fino a che l’istruttore presente non abbia comunicato il via libera per poter accedere all’area di lavoro;
  • Il cliente si igienizzerà le mani prima di entrare nell’area di lavoro;
  • L’istruttore a sua volta avrà sempre cura di avere le mani correttamente igienizzate ed igienizzerà, se dovesse esserci un contatto accidentale, i supporti comuni (es. sedia, annaffiatoio, ciotola ; ecc…)
  • Sarà cura dell’istruttore presente aprire e chiudere il cancelli di ingresso all’area di lavoro e fornire l’acqua al cane;
  • Cliente e cane utilizzeranno esclusivamente il proprio equipaggiamento individuale portato da casa (es. marsupio, palline, salamotti, ecc..)
  • Istruttore e cliente utilizzeranno la mascherina e per tutta la durata della lezione sarà mantenuto il necessario distanziamento sociale di 2 metri previsto dalla normativa attualmente in vigore;
  • Nell’intera struttura è vietato fumare.

Normativa Regione Marche di riferimento:

https://www.regione.marche.it/News-ed-Eventi/Post/63451/Addestramento-cani-per-ciechi-e-altri-servizi-per-animali-da-compagnia-adozioni-presso-canili-e-gattili-Variazione-degli-orari-di-apertura-degli-esercizio-commerciali-di-vicinato

Share