Formazione cinofila, un aiuto per orientarsi nella giungla.

DOUBTNella giungla della formazione cinofila italiana, dove a suon di bollini, sigle, e nuove denominazioni che crescono in numero esponenziale giorno dopo giorno, è giusto avere gli strumenti giusti per potersi orientare senza perdersi.

Una volta che il quadro complessivo diventa più chiaro, ciascuno potrà scegliere di propria coscienza a chi affidarsi per formarsi nell’ambito cinofilo (educazione/istruzione/addestramento): non dimentichiamoci che questo mercato a livello internazionale, europeo e nazionale è totalmente libero.

Come prima cosa ti suggerisco di leggere, al link seguente (clicca sull’immagine), un breve articolo, ma molto chiarificatore di come stanno le cose da un punto di vista legale. Purtroppo negli ultimi anni la pratica pubblicitaria scorretta è sempre più diffusa, da parte di chi cerca di buttare fumo negli occhi attraverso riconoscimenti luccicanti e numerosi bollini di appartenenza alle più svariate sigle (associazioni di allevatori, enti sportivi, ecc..) che hanno unicamente valore autoreferenziale

formazione fcc
Come seconda cosa ti suggerisco di visitare il sito di F.C.C. primo Organismo di Certificazione Europeo che si occupa unicamente di cinofilia e che come ente terzo al di sopra delle parti, certifica le competenze di chi opera in questo settore.

Inoltre vorrei farti riflettere su questi tre termini (fonte. Treccani):

  • professionismo s. m. [der. di professione]. – Genericam., l’esercizio di un’attività (che di solito viene svolta saltuariamente e dilettantisticamente) con carattere professionale. In partic., esercizio dell’attività sportiva con carattere di esclusività e continuità, su una base di impegni contratti e dietro retribuzione regolare e costante: p. sportivo (contrapp. a dilettantismo); passare al professionismo.

 

  • dilettantismo s. m. [der. di dilettante]. – 1. Qualità, condizione e atteggiamento di chi si dedica a un’arte, a una scienza, a un’attività con spirito da dilettante, o mostra scarse capacità, attitudini e preparazione nell’attività che svolge, anche professionalmente; sinon. quindi spesso di superficialitàfaciloneriadare prova di dilettantismo2.Svolgimento di attività sportive senza intendimenti professionistici e senza mire di guadagno. Certificato di d., documento indispensabile per la partecipazione di un atleta alle Olimpiadi, contenente la sua dichiarazione di essere dilettante (cioè non professionista), confermata dalla competente federazione.

 

  • volontariato s. m. [der. di volontario, sul modello del fr. volontariat]. –  Prestazione volontaria e gratuita della propria opera, e dei mezzi di cui si dispone, a favore di categorie di persone che hanno gravi necessità e assoluto e urgente bisogno di aiuto e di assistenza, esplicata per far fronte a emergenze occasionali oppure come servizio continuo (come attività individuale o di gruppi e associazioni): l’importanza del v. nella Croce Rossal’apporto insostituibile del v. nell’assistenza ai disabilii primi aiuti ai terremotati (o ai profughiai feriti dell’esplosione, ecc.) sono venuti dal volontariato.

Per concludere, proprio in merito al professionismo, vorrei farti notare che alcuni usano scrivere il termine “professionista” negli attestati che utilizzano per sancire la fine di un percorso formativo. Attenzione a non farti ingannare! Sarai un professionista solo quando avrai uno status professionale con regolare P.IVA, altrimenti ogni attribuzione sarà unicamente impropria ed ingannevole!

Fare formazione cinofila di qualità richiede: passione, esperienza, solide competenze, dedizione, risorse investite, aggiornamento continuo, tempo ed energie; unicamente per questo scopo!

AlfaDog Training Academy da quasi 20 anni si dedica esclusivamente e professionalmente unicamente a questo.

Ora che il quadro ti sarà sicuramente più chiaro tocca a te scegliere…buona fortuna!

Share