Collare VS Pettorina? O forse…

dog_pulling

 

Era da un sacco di tempo che non passavo una giornata intera ad una esposizione e ieri è trascorsa così.

Avevo solo un cane da far giudicare e pertanto ho passato la maggior parte del mio tempo d’attesa, alternando la lettura di un libro, con l’osservazione delle buffe scene che mi si proponevano.

Tristemente ho potuto constatare che, fuori dal ring, circa l’80% dei cani presentava al guinzaglio il comportamento evidenziato dall’immagine sopra esposta.

Sia che i cani  indossassero guinzagli da retriever, collari semi-strozzo, collari fissi o pettorine, la dinamica era sempre la stessa:

tirare a più non posso per raggiungere il proprio obbiettivo che poteva essere, annusare un altro cane, fare pipì, bere alla ciotola, ecc…

Non ho assolutamente voglia di entrare nella eterna diatriba “Collare VS Pettorina”, perché la ritengo unicamente una polemica sterile e senza senso. Quello che mi preme invece evidenziare è una cosa che ritengo fondamentale.

Se avessi intervistato i proprietari di quell’ 80% di cani , chiedendo loro le motivazioni del perché usassero, nella gestione fuori dal ring, quello strumento, sono sicuro che ognuno di loro avrebbe argomentato dicendo ciò che tutti ormai sappiamo in merito a questo argomento, sul perché si ritiene meglio uno strumento rispetto all’altro.

I “SI Collare NO Pettorina ” avrebbero sostenuto strenuamente la loro posizione, alla stregua dei “SI Pettorina NO Collare”.

Ahimè i componenti di entrambi gli schieramenti (Collare VS Pettorina), stavano trascurando un fondamentale fattore che invece li accomunava:

…nessuno di loro aveva insegnato al proprio cane a camminare con il guinzaglio morbido, nello spazio consentito dalla lunghezza del guinzaglio stesso….

walking-dog

Share

Lascia un commento